• Italiano
  • English

menu

FISICO-INFORMATICO

La Fisica - Informatica

In diversi campi della Fisica l'informatica è uno strumento fondamentale, al punto che in alcuni ambiti ne guida l’evoluzione, contribuendo al suo sviluppo.

  • Alcune simulazioni in fisica teorica (teorie di gauge su reticolo, fenomeni turbolenti, astrofisica) richiedono calcolatori ad altissime prestazioni, il cui utilizzo ottimale richiede un’approfondita conoscienza delle architetture dell’hardware e della loro programmazione. In questo settore il fisico-informatico studia architetture ad elevate prestazioni, i modelli per la programmazione concorrente e le performance nell’applicare queste tecnologie agli algoritmi che descrivono i fenomeni fisici.
  • In molti ambiti della fisica sperimentale vengono prodotti in laboratorio enormi quantità di informazioni, la cui interpretazione richiede conoscienze avenzate nell’elettronica per l’iterfacciamento delle apparecchiature e nei programmi per l’acquisizione dei dati e la loro interpretazione. Alcuni eseprimenti di fisica hanno una complessità che non può essere gestita all’interno di un singolo laboratorio; è necessario un utilizzo innovativo delle reti di calcolatori e della gestione dei dati, progettando nuovi modelli per l’elaborazione distribuita. Non a caso il WWW è nato al CERN di Ginevra.
La Fisica - Informatica a Parma

Il persorso di studi prevede lo studio delle architetture degli elaboratori, delle metodologie per l’acquisizione e l’interpretazione di dati sperimentali e delle reti di calcolatori. La ricerca è orientata prevelentemente allo studio dei sistemi ed elevate prestazioni ottenute attraverso acceleratori di tipo manycore, delle tecnologie a basso consumo (green computing), dei relativi linguaggi di programmazione concorrente e delle problematiche di porting di applicazioni di fisica teorica. Altri ambiti di ricerca sono più strettamente connessi alle attività di acquisizione e analisi dati nei laboratori sperimentali del Dipartimento. Molte di queste attività possono essere argomento di tirocini interni. I tirocini possono essere anche esterni a carattere professionalizzante, ovvero rivolti alle diverse aziende sul territorio che richiedono competenze informatiche associate al metodo scientifico.

Pubblicato Martedì, 24 Maggio, 2016 - 17:09 | ultima modifica Martedì, 24 Maggio, 2016 - 17:10